Per fortuna che c’è Corrado Augias a parlarci delle «parole sbagliate di Gesù». «Cosa è accaduto – si chiede in un video pubblicato su Repubblica.it – nei 70 anni in cui le frasi di Cristo sono stati riferite da un testimone all’altro prima di diventare testo biblico scritto?».

Domenica 1 ottobre. Alle 10 di mattina via Andrea Costa è ancora deserta. Tra sette ore Papa Francesco sarà qui, allo stadio di Bologna. La sua giornata in Emilia-Romagna (1 ottobre 2017) è però già iniziata con l’arrivo a Cesena. Col pass giallo arrivo facile in regia.

Visto che vanno di moda le correzioni a #PapaFrancesco, mi permetto di farne una anch’io. Ed è questa: non si può imbottire il programma di una giornata con così tanti appuntamenti.

Papa Francesco il 1 ottobre arriva a Cesena (in giornata sarà anche a Bologna) e l’artista Alessio Atzeni ha consegnato al vescovo Douglas Regattieri un ritratto che verrà donato a Bergoglio.

Un paio di anni fa mi chiamò un amico giornalista: un segugio, uno tutto sudore e taccuino. Aveva una notizia bomba su un personaggio famoso: il classico scoop, ma di quelli grossi, di cui si sarebbe parlato per settimane.

I “cristiani con la clava” (quelli per intenderci che “non considero Bergoglio come Papa” + “gli immigrati vanno respinti” + “quando c’era lui i treni arrivavano in orario”) se la prendono contro la pur breve sospensione di un insegnante che, nel Milanese, “ha osato criticare l’Islam”. Ovviamente non è andata proprio così: stando alle parole…

Fanno finta di dire che i social network sono brutti, ma in realtà senza Facebook e Twitter non andrebbero da nessuna parte. Ne abbiamo sentite tante – troppe? – in questi ultimi anni, al punto da trasformare l’originalità in banalità. Rovazzi in “Tutto molto interessante” ironizza sull’uso smodato dei social (“il tuo profilo instagram è…

© 2017 Tutti i diritti riservati - Lorenzo Galliani - Realizzato da beltenis.it