È stato un piacere essere chiamato a intervenire alla scuola di formazione politica a Camaldoli (Arezzo), organizzata dalla prestigiosa rivista “Il Regno”.

Cari ragazzi, inizia l’anno scolastico e io, da insegnante, vi auguro una buona ricreazione. Sono serissimo: mi piace davvero da matti la parola “ricreazione”, e non solo perché è la piccola oasi nella quale non si rischiano interrogazioni né compiti in classe. Creare e ricreare. La scuola vi chiede di essere creativi: in un progetto,…

Da insegnante di religione, giro generalmente alla larga da alcune delle accuse più polemiche che vengono mosse contro la stessa ora di religione. Certo, spesso e volentieri sono fendenti pieni di errori e pregiudizi, ma più che i dibattiti penso contino i fatti: dove c’è un buon insegnante, capace, non pedante o fazioso (e magari…

Trovo molto interessanti le riflessioni di Andrea Gironda, insegnante di religione, sul mondo della scuola. Una delle ultime, scritte per Bibbiagiovane, riguarda le biblioteche scolastiche.

C’è chi dice no, come canta Vasco Rossi. Pietro, 7 anni, ha detto no. Alla maestra o, più precisamente, alla domanda di un esercizio.

Non so chi l’abbia scritto, ma di certo ho incrociato il suo sguardo. È una bambina di terza elementare di una scuola emiliana nella quale ho insegnato lo scorso anno.

Era il 2000, e il passaggio di millennio si fece sentire anche sui banchi: dalla scuola media delle suore mi ritrovai al liceo, di colpo, ad avere in classe il sessantottino Claudio Lolli. Non lo conoscevamo come cantante, e lui si guardò bene dal dircelo, così al Leonardo Da Vinci di Casalecchio di Reno (Bologna)…

Nel gruppo Facebook “Giosuè: educatori e insegnanti di religione in rete” (a proposito: se volete, entrate qui, vi aspettiamo!) ci siamo confrontati sui lavoretti di Pasqua. Un tema molto scivoloso per me – che sono particolarmente imbranato coi lavori manuali – ma che le maestre del gruppo hanno affrontato con risultati che, beh, potete giudicare…

Quasi 60mila condivisioni in dieci giorni, e articoli sui giornali nazionali. Il compito di matematica di un bimbo argentino di 7 anni è stato ripreso anche dal ministero dell’educazione.

© 2019 Tutti i diritti riservati - Lorenzo Galliani - Realizzato da beltenis.it