Anche “un momento di gioco a scuola” può richiamare “alti concetti teologici”. Scherza Valentina Brachi, insegnante di religione di Prato, ma la carta Pokemon che si è trovata sotto il naso, a scuola, ha un nome che è tutto un programma: “Testimone della speranza”. Da completo ignorante di Pikachu e dintorni, ho cercato di stare al gioco, e rispondo con quest’altra carta: “Compassione del Signor Marino”. Ignoro chi sia questo signor Marino. Ma di compassione, e di testimoni di speranza, c’è sempre bisogno. Ce lo ricordano anche i Pokemon.

 

AGGIORNAMENTO DEL 24 MARZO

Andrea Gironda (maestro di religione e autore dell’ottimo libro “Anche i pidocchi vanno in Paradiso”: ne ho parlato qui) e Valentina si sono dati battaglia a colpi di carte Pokemon. Andrea punta tutto sulla carta “Conversione”, Valentina sulla “Luce della salvezza”. Secondo me hanno vinto entrambi!

_____________________________________

Se sei un educatore/insegnante di religione, troverai nel gruppo Facebook «Giosuè» un luogo di incontro e di condivisione di esperienze, idee, progetti. Ci trovi qui -> GIOSUÈ: educatori/insegnanti di religione in rete. Ti aspettiamo!

Valentina usa la carta “Testimoni di speranza”…

 

…e io rispondo con la compassione (del signor Marino… sperando sia contagiosa!)

 

La carta di Andrea…

 

… e la seconda carta di Valentina!
The following two tabs change content below.

Lorenzo Galliani

Lorenzo Galliani (Bologna, 1985), giornalista, collabora con “Avvenire”. Sul settimanale “Verona Fedele” cura da quattro anni la rubrica “Il Calciastorie”. Laureato in Scienze Politiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, studia all’Istituto superiore di Scienze religiose di Bologna. L'ultimo suo libro è «Hai un momento, Dio? Ligabue tra rock e cielo», edito da Àncora, con la prefazione dell'arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi.

© 2017 Tutti i diritti riservati - Lorenzo Galliani - Realizzato da beltenis.it