“L’amore è il vero motivo per essere liberi”. La conclusione di “Hey Dio”, brano di Nek del 2013, sembra legarsi bene a quel “Siamo fatti per amare” che l’artista emiliano canterà due anni dopo, al Festival di Sanremo (la canzone è “Fatti avanti amore”).
È una canzone, “Hey, Dio”, destinata a essere accostata ad altre scritte su questo tema, da “Hai un momento, Dio?” di Luciano Ligabue alla più sfrontata “Portatemi Dio” di Vasco Rossi (“Metteteci Dio sul banco degli imputati”).

Nek riesce a dare una impronta sua, tanto nella musica quanto nel testo, a questo lavoro. Anche le immagini del video dicono molto di un’umanità ferita, in catene, che cerca risposte. Forse non le trova tutte, non le coglie, ma non è abbandonata.

“C’è uno sfogo nei confronto di un padre. Il Dio di cui parlo io è un padre che non è lontano dalle persone. Ama circondarsi di protagonisti, noi. Ci spinge a essere noi gli autori di noi stessi. E tu hai la libertà di decidere”

Nek

Della stessa canzone esiste anche un lyric video. Non ufficiale, ma efficace, permette di apprezzare ancora di più la scelta delle parole. E del messaggio, urgente: “C’è bisogno d’amore”. Sarà pur “tutto quello che so”, ma non è affatto poco.

 

 

 

The following two tabs change content below.

Lorenzo Galliani

Giornalista e insegnante di religione, ha scritto per Àncora «Hai un momento, Dio? Ligabue tra rock e cielo» (2018) e curato il libro «Nella vignetta del Signore» di don Giovanni Berti, sacerdote-vignettista (2019).

Ultimi post di Lorenzo Galliani (vedi tutti)

CategoryTeologia Pop

© 2019 Tutti i diritti riservati - Lorenzo Galliani - Realizzato da beltenis.it